Come creare contenuti SEO Friendly per una comunicazione efficace

Come creare dei contenuti SEO Friendly? E perché? Oggi si parla sempre di più di ottimizzazione SEO dei contenuti perché è importante riuscire a creare un piano editoriale che supporti il sito web e gli permetta di posizionarsi per le parole e frasi chiave ideali per riuscire a trovare nuovi utenti e generare conversioni ottimali per la propria attività.

Seguire la SEO non richiede solo tecnica, infatti, è necessario anche unire alla giusta strategia la creazione di contenuti di alta qualità che siano ottimizzati e possano soddisfare al contempo le necessità del potenziale cliente e della user personas di riferimento.

Ma come creare dei contenuti SEO Friendly? Lo facciamo con i consigli di un’agenzia esperta: Ranking Road è un’agenzia storica nell’ambito della Search Engine Optimization.

Trovare i giusti topic e keyword

Il primo passo è trovare i giusti topic e le keyword che possono essere utilizzati per la realizzazione di un contenuto per il proprio blog o per le pagine del sito web.

La ricerca dei topic e delle parole chiave può essere svolta direttamente con una piattaforma dedicata come SeoZoom, SemRush, Ubbersuggest, Google Keyword Planner e Google Trend.

I topic e le keyword sono la linea guida per riuscire a creare un piano editoriale e di conseguenza dei contenuti interessanti per gli utenti e ideali per posizionarsi sui motori di ricerca.

Analizzare la keyword difficulty

Quando si deve creare un contenuto SEO, bisogna anche verificare quale sia la keyword difficulty. Questo parametro permette di comprendere come scegliere le parole chiave e quali sono quelle che si presentano più “semplici” per riuscire a lavorare su keyword a bassa concorrenza che permettano di raggiungere più facilmente il proprio obiettivo di conversione.

La scrittura in ottica SEO del contenuto

Dopo aver scelto la keyword principale e le correlate, bisogna creare un contenuto in ottica SEO che presenti due specifiche caratteristiche: rispetti il search intent, permetta di andare incontro alle esigenze dell’utente.

All’interno del testo si devono poi: inserire abilmente le parole semanticamente correlate, definire la struttura di backlink, titolo della pagina, meta descrizione e uso dei giusti tag H1, H2, H3 all’interno del testo.

La scelta della giusta immagine

Oltre alla creazione del giusto contenuto in ottica SEO, bisogna anche scegliere l’immagine che vada a corredare correttamente il testo e che possa supportare il posizionamento della guida, dell’articolo oppure della pagina. Si deve scegliere un’immagine che possa sposare al meglio il contenuto, dopo di ché bisogna ottimizzarla denominandola in base a quanto scritto nella pagina o articolo, e a seconda delle sue caratteristiche. Dopo aver scelto una o più immagini si devono inserire nel testo e come immagine in evidenza.

Compilazione dei dati strutturati

Per riuscire a creare un contenuto in ottica SEO migliore è necessario anche compilare al meglio i dati strutturati. Questa opzione è molto utile principalmente quando si scrivono delle recensioni, nel momento in cui si inseriscono delle ricette e quando si vanno a inserire dei contenuti specifici e si desidera che Google li legga e mostri al meglio sui motori di ricerca.

Ultimo check e pubblicazione dell’articolo

Infine, prima di pubblicare l’articolo bisogna verificare che si siano rispettati tutti i canoni SEO, che si siano inserite tutte le parole chiave all’interno della guida, pagina o articolo. Inoltre, bisogna verificare che l’articolo presenti una giusta ottimizzazione e formattazione con paragrafi leggibili e corredati anche da elenchi puntati e numerati. Inoltre, si possono abbinare anche altre immagini quali infografiche o video che possano dare maggior valore al contenuto.

L’importante è creare sempre un contenuto che sia di valore e che possa soddisfare al meglio l’utente e le sue necessità!